Ed ora si stanno riciclando … Ma non fermeranno il cambiamento … Il Popolo si è stancato di essere suddito.

di Cella Claudio

Manca un anno al verdetto finale e tutti i partiti stanno organizzando la pulizia della propria facciata … con le loro casse ben piene di euro, arrivati con il finanziamento pubblico dei partiti (dal 1994 ad oggi si sono intascati 2.500 milioni di euro) stanno organizzando la loro rinascita.

Dopo aver rinunciato a 91 milioni di euro su 182 (il 50%), soldi che si intascano ogni anno a nostre spese, dopo averci nascosto che questa rinuncia sarà solo per questo anno, sono pronti con la solita faccia tosta a ripresentarsi ai cittadini per dire loro che ora si rinnovano, che ora apriranno una fase di rinnovamento, che ora apriranno lo spazio per i giovani, che ora diventeranno onesti, che ora hanno la cura giusta per il nostro paese, che ora ci penseranno loro a rimediare a tutti i problemi che l’Italia ha.

MA PERCHE’ TUTTO ORA !!!   Perchè ORA E NON DIECI ANNI FA ???

Negli ultimi venti anni abbiamo assistito al saccheggio di massa, bustarelle, appalti truccati, fondi neri, collusioni mafiose e chi più ne ha più ne metta, da parte di questi partiti e di questi politici.

Ed ogni volta che si intravvedeva l’avanzare di quella che sarebbe stata una crisi mondiale cosa ci sentivamo dire da questi bravi politici? nessun problema, l’Italia è un paese sano, con i conti in ordine, il debito pubblico è sotto controllo, il PIL è in crescita ed allora avanti, festini, case a Montecarlo, case che nemmeno sapevano di avere, barche a vela, vacanze da nababbi, investimenti all’estero, fuoriserie, banchetti e ricevimenti regali.

Solo che queste cose non erano gli italiani a farle, erano loro, i nostri politici e con i nostri soldi (se pensate che uno come Bertinotti, ora se la sta spassando su una barca a vela chissà in quale zona del mondo non per aver creato chissà quale attività ma solo per aver fatto nella sua vita il sindacalista e il politico), e nel frattempo gli Italiani che facevano? qualcuno andava in pensione, altri vedevano il loro lavoro sparire, qualcuno si è trovato disoccupato, altri sono scappati all’estero, qualcun’altro ha dovuto chiudere la propria attività, altri han provato a resistere e son falliti e purtroppo oggi qualcuno ha deciso persino di suicidarsi.

E PERCHE’ ORA SI RAVVEDONO  ??? … perchè ORA E NON DIECI ANNI FA ???

 Gli Italiani sono un popolo meraviglioso, già un popolo che se vuole sa risollevarsi da qualunque situazione, certo ci siamo assopiti un pò, narcotizzati da una politica che ci ha trasformati in soggeti passivi delle decisioni che andavano prese. Ma le cose stanno cambiando, il popolo ha capito che se lascia la partita in mano a questi scellerati il futuro avrà un solo colore il nero.

Il popolo oggi vuole un cambiamento netto e si sta organizzando per ottenerlo, nuovi movimenti, nuovi partiti con nuove idee e con un unico obiettivo: CAMBIARE LA POLITICA E I POLITICI.

Gente nuova che sa che la politica deve essere SERVIRE E NON SERVIRSI DEL POPOLO, movimenti o partiti che avranno idee e programmi leggermente diversi ma che saranno uniti nell’obiettivo principale: far scomparire per sempre la vecchia classe politica e il vecchio modo di fare politica.

Ecco PERCHE’ SOLO OGGI SI RAVVEDONO E VOGLIONO CAMBIARE FACCIA.

Oggi hanno paura di perdere quella poltrona che si erano ben legata al sedere, oggi hanno paura di perdere quel potere e quei privilegi che da anni pensavano di possedere in esclusiva e non per ultimo, vogliono esserci quando la crisi passerà, GIA’ PERCHE’ DOPO UNA CRISI C’E’ SEMPRE UN PERIODO DI RICRESCITA AL QUALE LORO VOGLIONO A TUTTI I COSTI PARTECIPARE PER ABUSARE DEL POTERE CHE HANNO.

Ma questa volta forse (spero), questa volta il popolo ha capito che deve ribellarsi alla loro politica sporca.

OGNI VOLTA CHE VOTATE RIFLETTETE, L’ARMA DELLA CROCE E’ UN ARMA POTENTE SE UTILIZZATA DA TUTTO IL POPOLO … LORO, I VECCHI POLITICI LO SANNO BENISSIMO E DA ORA IN AVANTI TORNERANNO A PARLARVI CON ARIA SANTIFICATA … NON CREDERGLI OGGI E’ UN ATTO PATRIOTICO !!!



Lascia un commento